VILLAGGI TURISTICI CARDIOPROTETTI

Inviato da: Monaco Eufemia In: Defibrilatori News Su: mercoledì, maggio 22, 2019 Commento: 0 Hit: 94

LEGGE SUL DEFIBRILLATORE

Con la legge del 3 aprile 2001, n. 120, l’Italia ha regolamentato l’utilizzo dei defibrillatori semiautomatici DAE in Italia. La legge, infatti, afferma che:

“È CONSENTITO l’uso del defibrillatore semiautomatico in sede extraospedaliera anche al personale sanitario NON MEDICO, nonché al personale non sanitario che abbia ricevuto una formazione specifica nelle attività di rianimazione cardio-polmonare.”

VILLAGGI TURISTICI CARDIOPROTETTI

LEGGE SUL DEFIBRILLATORE

Con la legge del 3 aprile 2001, n. 120, l’Italia ha regolamentato l’utilizzo dei defibrillatori semiautomatici DAE in Italia. La legge, infatti, afferma che:

“È CONSENTITO l’uso del defibrillatore semiautomatico in sede extraospedaliera anche al personale sanitario NON MEDICO, nonché al personale non sanitario che abbia ricevuto una formazione specifica nelle attività di rianimazione cardio-polmonare.”

PROGETTO STRUTTURE CARDIOPROTETTE

È in corso un progetto di cardioprotezione basato sul concetto di solidarietà con l’obiettivo di combattere l’arresto cardiaco, creando una rete di soccorso tempestiva integrata con il 118 in tutte le strutture, tutelando la salute e il diritto alla vita di ogni cittadino. La presenza di un defibrillatore nelle strutture permette di donare una seconda chance di vita ad una persona. Una migliore sicurezza può essere costruita giorno dopo giorno con la collaborazione di tutti.

QUANDO È OBBLIGATORIO IL DEFIBRILLATORE SEMIAUTOMATICO?

La Legge n.120 del 3 aprile 2001 ha esteso l’uso del defibrillatore semiautomatico esterno (DAE) anche al personale non sanitario che abbia ricevuto una formazione specifica nelle attivita’ di rianimazione cardio-polmonare.

Il Decreto 24 aprile 2013 ha definito quali sono le attività che hanno l’obbligo di tenere nei propri locali un DAE.

Campo di applicazione:

  •          Società sportive professionistiche
  •          Società  dilettantistiche

Facendo riferimento alla normativa nazionale l’obbligo di dotazione DAE si estende a Strutture:

Sanitarie -  Territoriali - Sportive -  Turistiche  Istituti Scolastici – Associazioni - Compagnie, Enti, Ditte, ecc.

 

IL DEFIBRILLATORE è ASSOLUTAMENTENECESSARIO ovunque ci sia un elevato afflusso di utenti (centri commerciali, hotel, ipermercati, centri fitness, stadi, treni e stazioni ferroviarie, ecc.);

 

SALVAGUARDARE LA SALUTE DEI CITTADINI NELLE STRUTTURE PUBBLICHE E PRIVATE

Molto spesso  i mezzi destinati agli interventi di emergenza NON sono i primi ad arrivare in quanto difficilmente riesce ad intervenire entro dieci minuti dall’accadutoÈ fondamentale dunque avere a disposizione gli strumenti per intervenire rapidamente e salvare vite. 

Avere un Defibrillatore DAE a portata di mano è essenziale.

Come già noto, le possibilità di vita di una persona colpita da arresto cardiaco diminuiscono molto rapidamente dal momento dell’attacco (ogni minuto, diminuiscono del 10%). Se il soccorso non avviene precocemente, quindi prima dell’arrivo del 118, con l’aiuto di un Defibrillatore DAE e mediante una corretta RCP (manovre di Rianimazione Cardiopolmonare Precoce, o massaggio cardiaco), passati 5-6 minuti dall’inizio della defibrillazione, le speranze di vita della persona colpita sono praticamente nulle.

 

LE PRIME STRUTTURE CARDIOPROTETTE NELLA CITTÀ DI GELA

I due villaggi turistici hanno acquistato un defibrillatore , installandolo all’interno della struttura a disposizione di personale e ospiti. Il DAE è stato posizionato proprio all’interno della reception, perché sia ben visibile da tutti. I due villaggi hanno anche formato il proprio personale all’utilizzo del defibrillatore semiautomatico con appositi corsi BLS-D. La FIN sezione salvamento di Gela ha offerto, quindi, la sua esperienza e professionalità alle due strutture ricettive marittime

Commenti

Inserisci il tuo commento

Top