DEFIBRILLATORE NEI VILLAGGI TURISTICI

Inviato da: Monaco Eufemia In: Defibrilatori News Su: venerdì, maggio 24, 2019 Commento: 0 Hit: 99

GARANTIRE LA TUTELA ALLA VITA DEL CLIENTE OLTRE CHE AL PROPRIO BENESSERE È ESSENZIALE PER LA PROFESSIONALITÀ E LA SICUREZZA DI UNA STRUTTURA TURISTICA.

.

VILLAGGI TURISTICI CARDIOPROTETTI

TUTELA DELLA VITA DEL CLIENTE COME PRIORITÀ

PER I VILLAGGI TURISTICI L’OBBLIGO DI DOTARSI DI UN DEFIBRILLATORE

L’utilizzo precoce del defibrillatore e delle corrette manovre di rianimazione aumentano le probabilità di sopravvivenza del 30%. Un villaggio turistico cardio-protetto comunica a tutti la cultura e il valore della prevenzione e trasmette, senza dubbio, un’immagine di tranquillità supplementare, che testimonia l’attenzione alla salvaguardia della vita. Dotare il vostro villaggio turistico di una postazione di defibrillazione ad accesso pubblico significa rivolgere un’attenzione maggiore alla propria clientela e al proprio personale oltre a offrire un’impagabile tutela alle loro vite.

                                                                                                             

L’ARRESTO CARDIACO IMPROVVISO

Secondo le statistiche l’ ACI  (arresto cardiaco improvviso) colpisce una persona ogni 1000 abitanti, contiamo tristemente oltre 70.000 casi all’anno. Attualmente, solo il 2-4% sopravvive ad un ACI. Inoltre, l’84% degli eventi avvengono fuori o lontano dai presidi sanitari. La Società Europea di cardiologia, nelle sue linee guida del 2006, indica chiaramente che l’unico strumento che può ridurre drasticamente l’incidenza dei decessi da ACI è la capillare diffusione del Defibrillatore, accompagnata dalla giusta formazione.

 

PROFESSIONALITÀ E SALVAGUARDIA DELLA VITA DEL CLIENTE

Se prima il ricorso al DAE era riservato al solo personale sanitario, con la legge 120 del 2001 si è invece esteso l’uso dei defibrillatori semiautomatici anche al personale NON sanitario a fronte di una formazione specifica. L’obiettivo della legge era quello di estendere la cultura del defibrillatore, nella speranza che potesse accorciare i tempi di soccorso e salvare quindi più vite.GARANTIRE LA TUTELA ALLA VITA DEL CLIENTE OLTRE CHE AL PROPRIO BENESSERE È ESSENZIALE PER LA PROFESSIONALITÀ E LA SICUREZZA DI UNA STRUTTURA TURISTICA. La presenza di un defibrillatore è necessario in tutte le strutture che ospitino nuclei familiari e siano soggette a una grande affluenza di persone. 

LA LEGGE IMPONE: di dotare le strutture turistiche (VILLAGGI TURISTICI, ALBERGHI, HOTEL, STABILIMENTI BALNEARI) di un defibrillatore semiautomatico (Dae) cardiaco di primo soccorso, collocato in un posto facile da raggiungere e con un cartello che ne indichi la presenza con la dicitura e il simbolo del defibrillatore semiautomatico esterno ben visibile.

Commenti

Inserisci il tuo commento

Top