ARRESTO CARDIACO IN SPIAGGIA : FONDAMENTALE IL DEFIBRILLATORE

Inviato da: Monaco Eufemia In: Defibrilatori News Su: giovedì, giugno 6, 2019 Commento: 0 Hit: 42

Sono numerosissimi casi di malore improvviso nei periodi più caldi.

Per questo motivo la legge italiana sta cercando di tutelare il più possibile la vita dei cittadini imponendo l’obbligo del defibrillatore in qualsiasi luogo in cui vi sia una grande affluenza di persone.

Arresto cardiaco in spiaggia: fondamentale il defibrillatore

Con il gran caldo delle spiagge, la sudorazione e l’aumento dell'attività fisica, aumentano i rischi di avere un malore, soprattutto per i soggetti più a rischio.
Qualsiasi variazione climatica estrema, come il caldo e l’alto tasso di umidità, può far riacutizzare le patologie cardiovascolari, in particolare nei pazienti anziani che soffrono di disturbi cardiaci. Inoltre con l’aumento delle temperature aumenta anche la disidratazione e la perdita di sali minerali, tutto ciò costituisce un ulteriore fattore di stress per l’organismo che può predisporre a disturbi come l’aritmia cardiaca.

Sono numerosissimi infatti, i casi di malore improvviso nei periodi più caldi.

Per questo motivo la legge italiana sta cercando di tutelare il più possibile la vita dei cittadini imponendo l’obbligo del defibrillatore in qualsiasi luogo in cui vi sia una grande affluenza di persone.

Soprattutto sulle spiagge e negli stabilimenti balneari, avere un defibrillatore è di vitale importanza in quanto può fare la differenza nel salvare una vita umana.

Tutti i medici concordano sul fatto che I Primi 5 Minuti Sono Decisivi. Il fattore tempo è determinante, perché ogni minuto che passa diminuiscono del 10% le possibilità di salvare chi è colpito da arresto cardiaco.
La TEMPESTIVITÀ è un fattore determinante e le scariche di un defibrillatore possono ripristinare i parametri vitali consentendo la sopravvivenza.

Secondo quanto previsto dall’ordinanza: le strutture balneari hanno la facoltà di dotare gli stabilimenti di un defibrillatore semiautomatico (Dae) cardiaco di primo soccorso, collocato in un posto facile da raggiungere e con un cartello che ne indichi la presenza con la dicitura e il simbolo del defibrillatore semiautomatico esterno ben visibile, il cui utilizzo deve essere assicurato, almeno negli orari di salvataggio e per l’intero di apertura al pubblico, da una unità di personale qualificato ai sensi di legge”.

Commenti

Inserisci il tuo commento

Top